M’impegno solo a costo di esserne felice

M’impegno solo a costo di esserne felice

Assumersi un impegno. Lo si può fare del tutto volontariamente, facendo una scelta di preferenza oppure involontariamente, se la scelta è influenzata dalle circostanze. In ogni caso è qualcosa di forte. Impegnarsi vuol dire promettere di mettersi in gioco, di impiegare le forze al fine di perseguire un determinato scopo, accettando di essere considerati responsabili della buona esecuzione di quel determinato compito. Acquisendo di conseguenza come propri, tutti i grattacapi correlati a tale compito.

I motivi per farlo possono essere diversi, mentre ce n’è solo uno  che ti porta a perseverare, a non abbandonare l’arduo proposito: è la gratifica. Abbiamo bisogno di essere gratificati. Un bisogno interiore e primordiale, quasi un istinto, che muove tutti i nostri gesti e giustifica, anche inconsapevolmente, tutte le nostre decisioni.

È un patto segreto stipulato con noi stessi: prometto impegno a condizione di ricevere un giusto ritorno emotivo.

In psicologia comportamentale si parla di rinforzo. Un comportamento che rafforza un comportamento.  Ed è una delle dinamiche più semplici, che regola le nostre scelte sin dai primi anni di vita. Replichiamo quei comportamenti che ci hanno dato soddisfazione. Sul piano sociale, si instaurano dei veri e propri stimoli reciproci; possono essere positivi o negativi, cioè possono spingerci ad attuare o ad evitare determinati comportamenti. Siamo dissuasi dal senso di ansia, inadeguatezza, insicurezza. Siamo persuasi dalla gratifica, dal senso di appagamento, dalla felicità.

Diventare consapevoli di questi meccanismi, non ci rende, purtroppo, invulnerabili ad essi e alle conseguenze emotive che ne derivano, ma può aiutarci a capire qual è la cosa giusta da fare.

Non rinunciare alla felicità. E ad un certo punto ci ritroveremo ad affermare che gli unici impegni di cui è valsa la pena sono quelli che ci hanno ripagato sul piano emotivo.

Fonti Articolo:
  • http://psiche.org/articoli/potere-gratificazione/
  • https://www.lacomunicazione.it/voce/comportamentismo/

Related Articles