Cina: una città risalente a 7mila anni fa sulle rive del Fiume Giallo

Cina: una città risalente a 7mila anni fa sulle rive del Fiume Giallo

I resti di un grande centro abitato nelle profondità di Helou.

I resti di un’antica città, con una superficie di 1,17 milioni di metri quadrati, sono stati scoperti nel comune cinese di Heluo, non lontano dal fiume Giallo, in Cina. Secondi i primi dati la città appartiene alla cultura Yangshao, risalente a 7000 anni fa, nell’era neolitica. Si tratta di rovine di edifici residenziali, trincee e resti delle mura della città, ma anche statue e sculture di bachi da seta allevato, una prova che dimostra come la produzione di seta esistesse in Cina già a quell’epoca.

Cina: una città risalente di 7mila anni fa sulle rive del Fiume Giallo

Li Boqian, professore all’Università di Pechino, ha sottolineato come la posizione del sito corrisponda alle descrizioni del “Libro dei cambiamenti” (I Ching), un classico della prima filosofia cinese; un “manuale” pratico su affrontare le vicissitudini della vita. Sempre secondo l’esperto la città era probabilmente attiva all’epoca del mitico Imperatore Giallo (Huangdi) che regnò in Cina, secondo la tradizione, dal 2698 al 2598 a.C.

Related Articles