Coronavirus: nei tamponi sempre meno carica virale. Merito delle mascherine?

Coronavirus: nei tamponi sempre meno carica virale. Merito delle mascherine?

Le mascherine all’origine della minore diffusione delle particelle virali nei tamponi.

Le particelle di Coronavirus presenti nei tamponi risultano sempre meno, probabilmente grazie all’utilizzo maggiore delle mascherine protettive. “Con l’uso intensivo delle mascherine è evidente come i contagi avvengano in quantità sempre più inferiori rispetto ai periodi di gennaio e febbraio, ovvero nel periodo in cui le protezioni non risultavano così diffuse”. A dichiararlo è il virologo Francesco Broccolo, dell’Università di Milano Bicocca, direttore del laboratorio Cerba di Milano. Una buona notizia, sia per quanto riguarda la diffusione della malattia, sia per la gravità dei sintomi. “Il livello di gravità dell’infezione dipende dalla dose infettiva: se c’è meno carica virale, i sintomi sono meno gravi”, ha dichiarato l’esperto. Insomma una quantità inferiore di casi gravi ed urgenti, con meno ricoveri nei pronto soccorso e nelle unità di terapia intensiva. “Su questa base – aggiunge l’esperto – non si può dire che il virus non c’e’ più, né che si è attenuato o adattato all’uomo. Non c’è infatti un solo lavoro scientifico che dica che virus si sia modificato e che abbia subito una mutazione che ne giustifichi un’attenuazione”.

Coronavirus: nei tamponi sempre meno carica virale: merito delle mascherine?

Insomma è ancora da stabile il motivo per il quale le particelle virali siano meno diffuse nei tamponi. Tra le ipotesi, c’è la possibilità che ci si accorga prima dell’infezione, ma anche che i medici di famiglia abbiano i strumenti per riconoscerne i sintomi mentre la somministrazione dell’eparina negli ospedali ha evitato numerosi ricoveri in terapia intensiva abbattendo l’incidenza dei trombi. Tra le tante ipotesi, intanto, si fa strada anche la possibilità che siano le mascherine ad abbattere la carica virale, ovvero la quantità di particelle di virus presenti nelle secrezioni.

+


Related Articles