Negrar: un mosaico romano emerge da un vigneto

Negrar: un mosaico romano emerge da un vigneto

L’immagine della scoperta sta facendo il giro del mondo.

Un meraviglioso mosaico romano è stato scoperto sotto una vigna a Negrar di Valpolicella, vicino a Verona. Parte di un’antica villa romana scoperta per la prima volta oltre un secolo fa, il mosaico è rimasto sepolto fin dai tempi dei romani. Le foto rilasciate dai funzionari mostrano solo una piccola porzione del mosaico mentre saranno ulteriori scavi per portare alla luce l’intera raffigurazione.

Negrar: un mosaico romano emerge da un vigneto

Stupiscono le condizioni praticamente perfette di conservazione dell’opera dovute, secondo la SAP Società Archeologica, alla protezione offerta dal terreno delle vigne. Già da tempo, spiegano gli archeologi, gli studiosi ipotizzavano la presenza di un’importante insediamento di epoca romana, nell’area grazie alle numerose scoperte realizzate negli anni scorsi e custodite nelle sale del Museo Archeologico al Teatro Romano di Verona. Siccome le ultime ricerche risalivano agli anni venti, però, non c’era alcune certezza sulla conservazione delle rovine.

Related Articles