Maya: scoperti nuovi insediamenti nella foresta

Maya: scoperti nuovi insediamenti nella foresta

Enormi aree abitate e produttive immerse nella foresta. Le ultime scoperte grazie alla realtà aumentata.

Le foreste tropicali di Palenque o Uxmal, in Messico, o Tikal, in Guatemala, da millenni avvolgono le antiche piramidi Maya, contribuendo ad alimentare il mistero degli antichi abitanti del Centro e Nord America. La fitta trama che avvolge i siti ha rappresentato anche un significativo ostacolo per gli archeologi. Oggi, grazie alla realtà aumentata, numerosi insediamenti Maya, nascosti da secoli nella foresta, vengono alla luce. E’ il caso dell’insediamento di Tikal, in Guatemala, uno dei più celebri e da oggi anche uno dei più estesi.

Maya: scoperti nuovi insediamenti nella foresta

Grazie alle rilevazioni della realtà aumentata, gli esperti hanno scoperto come le dimensioni siano maggiori di un quadruplo. A rivelarlo è un documentario realizzato dal National Geographic, Gli esperti, in pratica, hanno utilizzato un’applicazione a realtà aumentata, in grado di tradurre i dati aerei in mappe digitalizzate. La mappatura territoriale ha rivelato più di 60mila strutture di diversa natura, tra cui abitazioni, fortificazioni, fattorie e collegamenti stradali. Una delle rivelazioni più interessanti riguarda le aree agricole, in grado di fornire prodotti alimentari ad un numero di persone maggiore di quanto si pensasse.

Related Articles