Hong Kong: il boom di contagi da Candida auris preoccupa le autorità sanitarie

Hong Kong: il boom di contagi da Candida auris preoccupa le autorità sanitarie

Il picco dei contagi dovuto alla mancanza di posti letto negli ospedali.

Le autorità ospedaliere di Hong Kong hanno emesso uno ”stato di allerta” a causa del forte aumento dei casi infezioni da Candida auris negli ultimi dodici mesi. Sono stati 136 i casi registrati nel 2020 rispetto ai soli 20 del 2019. Secondo il South China Morning Post, il ceppo mostra anche segni di resistenza ai farmaci, un dato che preoccupa anche le vicine autorità cinesi. L’infezione fungina attacca le cavità orali, il tratto digerente, la pelle e la vagina e prolifera in luoghi chiusi. Secondo le autorità sanitarie, la diminuzione delle camere separate negli ospedali, a causa dell’epidemia di coronavirus, potrebbe essere la causa scatenante della boom di infezioni da Candida auris. Ora le autorità temono che il superbatterio si diffonda nella megalopoli, una delle più densamente popolate al mondo.

Hong Kong: il boom di contagi da Candida auris preoccupa le autorità sanitarie


Speriamo di controllare il fungo negli ospedali e nelle case di cura, in modo che non si espanda alla comunità – ha dichiarato il dirigente del Centro di Controllo delle Infezioni di Hong Kong, Raymond Lai. ”Alcuni ospedali – aggiunge – non hanno più camere di isolamento, quindi sono costretti a portare i pazienti con Candida auris nelle stanze con altri degenti, il che può aumentare le possibilità di infezioni crociate“. Insomma l’infezione fungina potrebbe facilmente diffondersi negli ospedali e nelle case di cura, dove il superbatterio rimane nell’ambiente per settimane e, come nel caso del coronavirus, le persone maggiormente a rischio sono i soggetti con un sistema immunitario compromesso. ”Il nostro obiettivo – aggiunge Lai – è quello di ottenere un’apparecchiatura separata per ogni paziente e prevenire l’infezione incrociata tra i degenti nelle varie strutture”. La Candida auris è una specie di fungo che sta causando grande preoccupazione in tutto il mondo per la sempre capacità di resistere a più farmaci antifungini e antibiotici. Nella sua forma invasiva, la candidosi può infettare il sangue, il sistema nervoso centrale, i reni, il fegato, le ossa, i muscoli, le articolazioni, gli occhi ed addirittura la milza. Negli anni scorsi il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) ha definito la Candida auris una “grave minaccia globale per la salute”

Related Articles