Encelado: le immagini ad infrarossi rivelano una ‘sorpresa’ al polo sud

Encelado: le immagini ad infrarossi rivelano una ‘sorpresa’ al polo sud

Ghiaccio ”fresco” al polo sud sulla luna di Saturno.

Un team di esperti ha elaborato i dati raccolti dalla sonda Cassini nel corso dei tredici anni di missione tra il pianeta Saturno e le sue lune. A finire sotto gli occhi attenti degli esperti è stato, in particolare, Encelado, uno dei satelliti ghiacciati di Saturno. Attraverso una serie di immagini ad infrarossi gli studiosi hanno analizzato l’emisfero settentrionale, nel quale gli esperti avevano individuato notevoli quantità di ghiaccio. I dati sono stati registrati dallo spettrometro VIMS (Visible and Infrared Mapping Spectrometer) di Cassini. Già quindici anni fa gli esperti avevano individuato dei pennacchi composti di ghiaccio e vapore acqueo prodotto da quello che forse è un oceano localizzato al di sotto dello strato superficiale ghiacciato. Grazie a questi dati e la mappa spettrale all’infrarosso gli studiosi hanno confermato l’attività geologica localizzata nei pressi del polo sud, nell’area dove è presene una formazione conosciuta come “striscia di tigre”: degli squarci sulla superficie del ghiaccio da cui fuoriesce vapore.

Encelado: le immagini ad infrarossi rivelano una ‘sorpresa’ al polo sud

Grazie all’infrarosso abbiamo compreso come la superficie del polo sud risulta relativamente giovane, il che non rappresenta un elemento di sorpresa visto che eravamo a conoscenza di getti di vapore da quella zona”, dichiara Gabriel Tobie, studioso dell’Università di Nantes, in Francia, ed autore della ricerca. Nell’ottobre del 2019 un team di esperti aveva individuato tracce di materiale organico all’interno dei pennacchi”

Related Articles