COVID-19: il corpo può trasmettere il virus fino a 90 giorni dopo la guarigione

COVID-19: il corpo può trasmettere il virus fino a 90 giorni dopo la guarigione

L’ipotesi della ricercatrice russa Anna Popova.

Il corpo di una persona che ha contratto il covid-19 potrebbe continuare a trasmettere il coronavirus anche 90 giorni dopo l’infezione, ha avvertito Anna Popova, direttrice del Servizio federale Russo per la Supervisione della Protezione del Benessere dei Consumatori (Rospotrebnadzor). La responsabile ha inoltre specificato come la trasmissione del patogeno potrebbe avvenire anche nel caso in cui il soggetto non manifesti più i sintomi della malattia già da tempo. “Le nostre osservazioni indicano come il pericolo di infezioni dura fino a 48 giorni dopo la guarigione completa mentre all’estero sono stati osservati anche casi di 90 giorni – ha spiegato Popova durante una sessione del comitato esecutivo dell’Accademia delle Scienze Russa. “Anche una persona che non ha più sintomi – aggiunge – che si sente perfettamente sana e ha tutti gli indicatori del sangue perfetti, può emettere il virus dal naso “.

L’esperta ha anche indicato come oggi i dati sul coronavirus non risultino sufficienti, come anche le informazioni sulla patogenesi (il meccanismo di origine ed evoluzione della malattia), le sue conseguenze a lungo termine e il livello di immunità che garantisce la protezione al virus. Anche le mutazioni rappresentano un’incognita importante. “Qualsiasi cambiamento, può portare alla perdita del controllo su questo virus”, ha detto Popova. “Oggi, Véktor ha 422 campioni di genoma intero isolati, alcuni dei quali rappresentati in un database internazionale. Ad oggi – conclude – non sono stati trovati cambiamenti significativi nel genoma“.

Related Articles