I cibi trasformati accelerano l’invecchiamento del corpo

I cibi trasformati accelerano l’invecchiamento del corpo

Identificato un legame tra l’invecchiamento biologico e il consumo di alimenti ultratrasformati.

Un team di esperti ha confermato la presenza di un legame significativo tra il consumo di cibi trasformati e il processo di accorciamento dei telomeri, la regione terminale dei cromosomi che protegge l’estremità dal deterioramento. Il processo di accorciamento dei telomeri, già da diversi anni, è associato dalla comunità scientifica all’invecchiamento biologico del corpo. La ricerca è stata presentata ad una conferenza internazionale sull’obesità e suggerisce come i soggetti che consumano a ritmi maggiori cibi trasformati, (più di tre porzioni al giorno) presentano una quantità doppia delle possibilità di presentare dei telomeri più corti. Si tratta di uno studio che suggerisce come la dieta risulti fondamentale per contrastare l’invecchiamento precoce delle cellule.

I prodotti “ultra trasformati” sono quei cibi che vengono sottoposti a lunghi processi di trasformazione prima della vendita. Si tratta, di solito, di prodotti messi in commercio dalle multinazionali, pesantemente trattati e caratterizzati da un sapore gradevole al palato. Gli alimenti di questo tipo subiscono processi di lavorazione che vanno oltre il rimodellamento della forma e l’aggiunta di additivi come i conservanti. Altri processi come l’estrusione, l’idrogenazione e l’idrolisi rendono l’alimento nutrizionalmente molto povero. L’invecchiamento del corpo, invece, inizia quando i telomeri cominciano ad accorciarsi perché si perde la riproduzione cellulare. Lo studio ha analizzato 645 uomini e 241 donne con un’età di 67,7 anni dividendoli in quattro gruppi a seconda della quantità di alimenti ultratrasformati consumati. I soggetti del gruppo che consumavano quantità maggiori di cibi trasformati mostravano telomeri più corti, più probabilità di avere una storia familiare con patologie cardiovascolari, diabete e alte concentrazioni di grassi nel sangue.

Related Articles