Coronavirus in Spagna: 3.715 contagi in 24 ore. Preoccupa l’inizio delle lezioni

Coronavirus in Spagna: 3.715 contagi in 24 ore. Preoccupa l’inizio delle lezioni

Ancora numeri allarmanti nel paese iberico.

Ancora dati allarmanti riguardo la pandemia di coronavirus in Spagna. Questo mercoledì il Ministero della Salute ha notificato 3.715 infezioni diagnosticate nelle ultime 24 ore, mentre il numero dei decessi negli ultimi 7 giorni è raddoppiato raggiungendo i 131. Il numero totale di positivi è, ora, di 370.867 sull’intero territorio spagnolo. La Comunità di Madrid registra l’escalation più preoccupante con 2.207 casi in più rispetto a ieri, di cui 1.535 diagnosticati nelle ultime 24 ore, raddoppiando così il dato rispetto a sole 24 ore fa. La regione della capitale ha registrato quasi il 20% del totale dei casi accumulati (97.185) durante i sei mesi dell’epidemia negli ultimi 14 giorni: 17.873 ed una preoccupante incidenza di 268 casi ogni 100.000 abitanti, un dato doppio rispetto alla media nazionale, che è di 136.

Coronavirus in Spagna: 3.715 contagi in 24 ore. Preoccupa l’inizio delle lezioni

Preoccupano i dati delle altre regioni con i dati più gravi in Aragona con 466 nuovi contagi e i Paesi Baschi con 472. Aumentano di 242 i ricoveri ospedalieri nell’ultima settimana rispetto all’ultimo giorno, raggiungendo 1.336 pazienti, di cui 19 ricoverati in unità di terapia intensiva in più rispetto a ieri negli ultimi sette giorni: con un totale di 84. Ma la preoccupazione maggiore è incentrata sul prossimo ritorno a scuola in uno scenario in cui il distanziamento tra gli studenti non è in alcun modo garantito. Per questo motivo mercoledì i sindacati chiameranno uno sciopero generale, in vista dell’inizio delle lezioni previsto per l’8 settembre.

Related Articles