Coronavirus: in Spagna vietato il fumo in strada. Chiusi bar e discoteche. Limitazioni per i ristoranti

Coronavirus: in Spagna vietato il fumo in strada. Chiusi bar e discoteche. Limitazioni per i ristoranti

I nuovi provvedimento dopo l’aumento dei casi di contagio.

Il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa, ha annunciato, oggi, un nuovo pacchetto di misure concordato con i diversi governi regionali del Paese per far fronte al preoccupante aumento dei casi di coronavirus registrati in Spagna nelle ultime settimane. Tra le recenti decisioni spiccano la chiusura dei locali notturni e il divieto di fumare sulle strade pubbliche quando non è possibile mantenere una distanza di sicurezza.

Coronavirus: in Spagna vietato il fumo in strada. Chiusi bar e discoteche. Limitazioni per i ristoranti

Nello specifico sarà obbligatoria la chiusura di discoteche e dei bar con e senza spettacoli musicali dal vivo. Per quanto riguarda il consumo di tabacco e assimilati, è vietato fumare sulle strade pubbliche o negli spazi all’aperto quando non è possibile mantenere una distanza interpersonale di almeno due metri . Questa limitazione è ugualmente valida per i diversi dispositivi di inalazione, come i narghilè, le sigarette elettroniche o simili. Gli esercizi alberghieri e di ristorazione dovranno inoltre rispettare l’obbligo di garantire distanze minime di 1,5 metri sia nel servizio bar che tra i tavoli. È inoltre stabilito un numero massimo di 10 persone per tavolo. Dovranno chiudere non più tardi dell’1: 00 e non potranno ammettere nuovi clienti dopo le 00:00.

Related Articles