Corea del Nord: scoperto prima caso di coronavirus. ‘Massima allerta’ in tutto il paese

Corea del Nord: scoperto prima caso di coronavirus. ‘Massima allerta’ in tutto il paese

Secondo le fonti ufficiali a portare il contagio sarebbe stato un ex ufficiale giunto illegalmente nel paese dalla Corea del Sud.

Le autorità nordcoreane hanno dichiarato “l’emergenza della massima categoria” in relazione alla scoperta del primo caso di coronavirus nel paese nella città di confine di Kaesong. Gli stranieri presenti nel paese stati avvisati di non lasciare Pyongyang e di non viaggiare per il paese, di non tenere riunioni di massa, di astenersi dal visitare luoghi pubblici affollati e di non passeggiare per la città in compagnia di più di 4 o 5 persone.

Corea del Nord: scoperto prima caso di coronavirus. ‘Massima allerta’ in tutto il paese

Intanto, secondo le direttive, è anche necessario rispettare “rigorosamente” l’obbligo di indossare le mascherine e riferire immediatamente la comparsa dei sintomi del coronavirus. Chiusura totale, nelle città, dei parchi giochi e dei musei. Secondo le voci ufficiali il primo caso nel paese nordcoreano sarebbe giunto nella città di confine di Kaesong dalla Corea del Sud. Si tratterebbe di un ex ufficiale del Nord, fuggito nel 2017 in Corea del Sud e tornato in patria a nuoto attraversando un canale. In ogni caso le autorità sanitarie sudcoreane non hanno confermato che l’uomo fosse affetto da COVID-19. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo sarebbe tornato in patria perché sospettato di aver stuprato una donna, anche lei scappata dalla Corea del Nord.

Related Articles