Cina: la piena del Fiume Azzurro deforma la colossale Diga delle Tre Gole

Cina: la piena del Fiume Azzurro deforma la colossale  Diga delle Tre Gole

Le forti piogge degli ultimi giorni hanno provocato un accumulo eccezionale nel bacino della diga.

Desta preoccupazione, in Cina, la piena dello Yangtze, il fiume più lungo del paese. A causa delle forti piogge, in un anno oltre 14 miliardi di metri cubi di acqua si sarebbe accumulata nel bacino dell’imponente Diga delle tre Gole. La portata eccezionale dell’evento sta mettendo a dura prova la resistenza della struttura che, come ammette anche il Governo di Pechino, si sarebbe deformata. La diga, che sorge nella provincia di Hubei, ospita anche una centrale idroelettrica. Diverse immagini pubblicate in rete mostrano la forma inusuale della struttura.

Cina: la piena del Fiume Azzurro deforma la colossale Diga delle Tre Gole

Nonostante le smentite iniziali, il governo di Pechino ha parzialmente ammesso la ‘‘lieve deformazione’‘ della diga di 2,4 chilometri in seguito all’ultima di varie piene del fiume Yangtze. In ogni caso ‘‘la struttura rimane stabile”, come spiegano le autorità della Repubblica Popolare. Intanto i tecnici hanno spiegato come alcune parti non strutturali della diga abbiano ceduto a seguito di una deformazione avvenuta sabato scorso. Si tratta di una conseguenza della piena del Fiume Azzurro che ha raggiunto il record di 61mila metri cubi al secondo, secondo i numeri forniti dalla China Three Gorges Corporation, una compagnia statale che gestisce la struttura. In ogni caso sembra che il pericolo di un cedimento non sia reale. Anche nel 2019 diverse voci annunciavano un cedimento della diga, anche allora molto deformata, e il pericolo di inondazione dei centri abitati vicini; evento che se si verificasse, produrrebbe un’inondazione di dimensioni catastrofiche.

Related Articles