COVID-19: il Sole estivo elimina il virus in 34 minuti

COVID-19: il Sole estivo elimina il virus in 34 minuti

I raggi ultravioletti sono in grado di abbattere la moltiplicazione del virus.

Secondo alcuni scienziati, “la luce solare di mezzogiorno nella maggior parte delle città durante l’estate è estremamente efficace nell’inattivare il virus SARS-CoV-2”. Lo studio si riferisce ai germi che, diffusi su superfici lisce dalla tosse o dallo starnuto di una persona infetta. E’ quanto emerge da una ricerca pubblicata sul New York Post pubblicata sulla rivista Photochemistry and Photobiology. Gli esperti hanno riprodotto, in laboratorio, i raggi UV artificiali e le radiazioni ultraviolette solari di diverse città nel mondo e nei diversi periodi dell’anno. Dalla ricerca emerge come l‘intensa luce solare estiva è in grado di rimuovere il 90% o più della presenza del coronavirus su varie superfici, in 34 minuti.

Coronavirus: la luce del Sole estivo elimina il virus in 34 minuti

Alla luce dei dati, gli scienziati sostengono come nell’emisfero settentrionale il virus risulti più contagioso tra dicembre e marzo ”quando può resistere sulle superfici diverse per un giorno o più “. Insomma il Sole rappresenta un valido alleato contro il coronavirus. Tutti i raggi ultravioletti, gli UV-C, gli UV-A e gli UV-B, eliminano il Sars-Cov-2. Si tratta di un risultato tutt’altro che scontato, anche se era noto come le radiazioni solari eliminassero diversi patogeni.

Related Articles