Spazio: il triste destino dei pianeti V1298 Tau

Spazio: il triste destino dei pianeti V1298 Tau

Le ”turbolenze” della giovane stella all’origine della futura scomparsa dei corpi celesti.

Un destino crudele quello dei quattro pianeti orbitanti nel sistema planetario V1298 Tau. Con le sue radiazioni la stella, ancora molto giovane, sta annientando l’atmosfera dei pianeti rocciosi riducendoli ai nuclei interni, mentre il destino dei due oggetti gassosi esterni risulta del tutto incerto. Sono quattro i pianeti che orbitano intorno a V1298 Tau, una stella di dimensioni simili al Sole, ma con un’età di appena 25 milioni di anni. Due dei quattro esopianeti hanno dimensioni simili a Nettuno mentre altri due oggetti, più distanti, appaiono simili a Saturno.

Spazio: il triste destino dei pianeti V1298 Tau

Attraverso l’osservazione dello spettro in banda X della stella – spiega Katja Poppenhäger del Leibniz Institute for Astrophysics Potsdam – siamo riusciti a stimare il possibile destino degli esopianeti. Con il tempo il sistema planetario invecchia e la rotazione della stella diminuisce mentre cala l’emissione di radiazione X. L’evaporazione che caratterizza gli esopianeti dipende dal rallentamento della rotazione della stella nei prossimi miliardi di anni: più rapidamente avviene il processo, meno atmosfera si disperde nello spazio – spiega Laura Ketzer, coautrice dello studio. Secondo i calcoli i due pianeti più interni del sistema potrebbero disperdere del tutto le loro atmosfere gassose, perdendo lentamente le dimensioni, fino a ridursi a nuclei rocciosi. I pianeti più esterni potrebbero, invece, sopravvivere come giganti gassosi.

Related Articles