Cina: il razzo ”Long March-5B” precipita nell’Oceano Atlantico

Cina: il razzo ”Long March-5B” precipita nell’Oceano Atlantico

Il rientro ”incontrollato” già previsto dagli esperti.

I resti del razzo cinese Long March-5B (ChangZheng-5B) sono precipitati nell’Oceano Atlantico, ieri 11 maggio al largo delle coste della Mauritania. Decollato dall’isola di Hainan il 5 maggio, il velivolo cinese, rassicurano le autorità cinesi, non ha utilizzato carburanti tossici, ma idrogeno liquido, ossigeno liquido e cherosene, pertanto non ha provocato un danno rilevante per l’ecosistema. Con un peso di 17,8 tonnellate, secondo i calcoli pre-impatto dell’astronomo americano Jonathan McDowell, il razzo è stato il più grande oggetto a tornare nell’atmosfera dalla discesa della stazione spaziale sovietica Salyut-7, di 39 tonnellate, nel 1991, e l’OV-102 Columbia nel 2003.

Cina: il razzo ”Long March-5B” precipita nell’Oceano Atlantico

Lanciato lo scorso 5 maggio per trasportare un prototipo di capsula spaziale cinese, il razzo orbitava in maniera incontrollata intorno al nostro pianeta da una settimana. Quello di ieri non sarà l’ultimo rientro incontrollato di un razzo spaziale cinese. Altri tre modelli ”Longa Marcia 5B” saranno tra il 2021 e il 2022.

Related Articles