Mondi alieni, il satellite Cheops pronto ad entrare in azione

Mondi alieni, il satellite Cheops pronto ad entrare in azione

Alla ricerca di tracce di mondi alieni? Potrebbe essere questo lo scopo della missione Cheops degli scienziati europei. Lanciato in orbita lo scorso 18 dicembre dalla base di Kourou, nella Guaiana francese, il satellite Cheops ha finalmente superato il periodo di prova ed è pronto per affrontare la sua missione scientifica: individuare esopianeti simili alla terra esterni al sistema solare e misurarne le dimensioni con una precisione mai sperimentata.

Grazie al suo potentissimo telescopio, infatti, il satellite dell’Agenzia spaziale europea (Esa) ha iniziato a raccogliere i primi dati. Si tratta di immagini ad alta risoluzione che mirano alla misurazione delle dimensioni dei pianeti esterni al sistema solare quando questi transitano di fronte alla loro stella madre. Gli scienziati, grazie a queste misurazioni, riescono a determinare anche la massa e la densità di corpi celesti di piccole dimensioni come Nettuno.

Anche l’Italia, con l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), l’Agenzia spaziale italiana (Asi) e l’Università di Padova da il proprio importante contributo tecnologico alla sfida scientifica dell’Esa. Il telescopio, infatti, realizzato in Italia da Leonardo, vanta una tecnologia high-tech ed è in grado di percepire anche le più piccole variazioni di luminosità prodotte dalle eclissi durante il passaggio dei pianeti di fronte alle loro stelle.

La ricerca spaziale non si ferma e continua a fornirci dati interessanti anche su ciò che è presente al di fuori del nostro sistema solare. Sono infatti oltre 4mila i pianeti scoperti che ruotano intorno a stelle diverse dal Sole. Al termine della sua missione, il satellite Cheops ci fornirà dati importanti per iniziare a catalogare questi corpi celesti, individuando la loro architettura, i tempi e i modi della loro formazione e la loro evoluzione nel tempo.

Fonti Articolo:
  • https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2020/04/16/il-cacciatore-di-pianeti-cheops-entra-in-azione-_ce4e4ea5-e74d-4ada-a10c-c7d8354d36b1.html

Related Articles