In Svezia arrivano i marciapiedi ‘morbidi’ per alleviare i danni da caduta

In Svezia arrivano i marciapiedi ‘morbidi’ per alleviare i danni da caduta

In un futuro prossimo potremmo limitare i danni dovuti alle cadute sui marciapiedi e sulle piste ciclabili grazie alle gomme derivanti dai pneumatici riciclati ed usati come marciapiedi. E’ l’obbiettivo che si pone il progetto SAFERUP finanziato dall’Unione Europea. Le sperimentazioni sono già state effettuate in Svezia e hanno visto l’uso di una superficie pavimentata composta da frammenti di pneumatici assemblati, in grado di assorbire gli impatti ed abbattere le ricadute fisiche per  gli infortuni dei pedoni. Le fratture prodotte dalla caduta dei pedoni sono molto comuni rappresentando una delle principali cause dei danni fisici in assoluto, soprattutto per gli anziani per i quali gli incidenti sull’asfalto e sui marciapiedi possono essere anche molto rischiosi.

Con l’uso dei pneumatici la superficie stradale è in grado di ammortizzare gli incidenti ed è studiata anche per i ciclisti, per i quali le piste ciclabili presentano spesso non pochi rischi. Le pavimentazioni si comporranno dei classici ingredienti, derivanti dalle rocce mescolate dal bitume catramoso e una buona percentuale di gomma derivata di pneumatici; questi ultimi rappresenteranno il 60% della sostanza. Lo strato di catrame avrà uno spessore tra i 4 e gli otto centimetri e sarà applicato ai marciapiedi e alle piste ciclabili già esistenti; appena consumato lo strato esterno, il tutto potrà essere ricoperto con nuovo materiale senza costi eccessivi. 

Fonti Articolo:
  • https://site.unibo.it/saferup/en/home

Related Articles