Coronavirus: le Filippine rimpatriano 464 cinesi

Coronavirus: le Filippine rimpatriano 464 cinesi

Ben 464 turisti  arrivati ​​nelle Filippine dalla città cinese di Wuhan, l’area dove si è sviluppato il nuovo coronavirus, torneranno in Cina. A riferirlo è il giornale GMA News che cita il consiglio dell’aviazione civile filippino. Sebbene nessuno dei passeggeri abbia rivelato sintomi del virus mortale, le compagnie aeree filippine organizzeranno voli per il loro ritorno su indicazioni delle autorità del paese. Anche la Turchia ha annunciato il rimpatrio di un passeggero cinese, arrivato nel paese con sintomi del coronavirus.

Per far fronte all’epidemia a partire dal 24 gennaio la catena di fast food di McDonald ha sospeso i suoi servizi in cinque città nella provincia di Hubei, la zona nella quale le autorità sanitarie cinesi hanno registrato 24 dei 26 casi di morte a causa di infezione. Ad oggi il numero di infetti nell’intero territorio cinese supera le 830 persone. Il governo ha letteralmente isolato l’area a rischio, interrompendo i collegamenti ferroviari e le linee aeree per l’intera provincia. Si tratta di un provvedimento estremo, che si accompagna alla realizzazione di un nuovo ospedale nella città di Wuhan. 

Fonti Articolo:
  • https://www.reuters.com/article/us-china-health-pneumonia-philippines/philippines-investigates-suspected-case-of-chinese-virus-idUSKBN1ZK0T9
  • https://www.reuters.com/article/us-china-health-pneumonia-philippines/philippines-investigates-suspected-case-of-chinese-virus-idUSKBN1ZK0T9

Related Articles