Mayotte: un nuovo vulcano all’origine del terremoti del 2018

Mayotte: un nuovo vulcano all’origine del terremoti del 2018

I misteriosi segnali sismici rilevati in tutto il mondo nel 2018, furono la conseguenza di un insolito evento geologico: il boato di un serbatoio di magma nelle profondità dell’Oceano Indiano. Pochi mesi dopo che le onde sismiche si diffusero in tutta la Terra, infatti, un nuovo vulcano sottomarino si sviluppò al largo dell’isola di Mayotte, tra il Madagascar e il Mozambico. A rivelarlo è uno studio francese che descrive in dettaglio come il magma del serbatoio sotterraneo si fosse spostato da una profondità di 35 chilometri verso la crosta terrestre, fino a creare un nuovo cratere sul fondale. ”Si ritiene – spiega Eleonora Rivalta, del Centro di ricerca tedesco Geoscience – che gli sciami di terremoti iniziali siano collegati al rapido movimento verso l’alto del magma da un serbatoio più profondo, a circa 18 miglia sotto la superficie.”

“Ci sono volute solo poche settimane perché il magma si diffondesse dal mantello superiore al fondo del mare –  spiega Simone Cesca, ricercatore capo dell’istituto di ricerca tedesco. Nel maggio 2018 le agenzie globali di monitoraggio dei terremoti rilevarono migliaia di terremoti nell‘area di Mayotte, tra cui un sisma di magnitudo 5,9; il più forte mai rilevato nella regione. Nel novembre 2018 furono registrati strani ”ronzii sismici”, alcuni della durata anche di 40 minuti, che si espansero tutto il mondo. Grazie ad missione oceanografica, ora, gli esperti hanno dimostrato come il fenomeno sia correlato ad un nuovo vulcano nato al largo dell’arcipelago francese. 

Fonti Articolo:
  • https://www.newsweek.com/birth-volcano-magma-chamber-earthquakes-1480612

Related Articles