In Australia, 200 ragazzi pro-Hong Kong devono protestare, quest’ultimi sono stati contrastati da un’altra categoria di cinesi pro-cina. Riclettendo sulla tematica, Kunsang Thokmay conclude con queste parole “Se li sfidi, quelli che della Cina cinese. Se taci, presumono che sia d’accordo con la narrativa cinese”, la sua opinione sui giovani cinesi pubblicata sul quotidiano Asia Times. Le parole dell’opinionista sono offerte per riflettere sulle varie tematiche giovanili.

Sparsi per il mondo vi sono comunità di giovani che protestano in diversi modi il loro malessere verso una società che sembra essersi dimenticata di loro.Ad Hong Kong, da Aprile, i giovani studenti protestano con lo scopo di avere un costo vita minore (la motivazione ufficiale del ritiro della legge sull’estradizione è decaduto il 4 settembre) .Negli Stati Uniti, periodicamente succedono stragi, è del 13 settembre la conclusione di una lunga scia di sangue collegata ai mass-sparing che ha portato a 249 gli individui deceduti. parti del mondo, la forma di evasione più comune sono usate da stupefacenti.Dal 2010 al 2016 secondo la ” Relazione europea sulla droga 2018: Tendenze e sviluppi è aumentato il consumo di MDMA, inoltre vi è uno stato lieve aumento della cannabis, mentre è calato il consumo di amfetamina.

Il consumo di stupefacenti inizia già dalle prime fasi della gioventù, secondo il rapporto predetto, il 20% dei ragazzi ed il 17% delle ragazze europee consumano cannabis. L’interno e le altre sostanze sono preoccupanti delle tendenze del Regno Unito che ha visto aumentare il consumo in generale di stupefacenti, in particolare di cocaina.

Il malessere si afferma anche in ansietà e depressioni, su un’articolo di “ELLE” in Italia sono circa 800 mila i giovani depressi: un sondaggio internazionale condotto da Sodexo, società che si occupa di servizi finalizzati a migliorare la qualità della vita, su oltre 4 mila studenti universitari dimostra che i giovani italiani sono i più insoddisfatti della propria vita ” A Parigi si parla di 12-13 casi mentre in italia si parla di 100.000 casi. Le cause sono generalmente la depressione e lo stress.Le narrazioni sul perché i giovani sono infelici sono molte: il Guardianin un’inchiesta sull’infelicità nei giovani, afferma che è la conseguenza dello stile di vita contemporanea. Altra narrazione viene dal libro  Generazione di me: perché i giovani americani di oggi sono più fiduciosi, assertivi, titolati – e più miserabili che mai Prima e  ora narrazione da parte P. Donati su “Luigi Secco”: i giovani “girano a vuoto “Perché la società in cui viviamo insegna loro che non devono avere mete e tariffe progetti dato che essi sono comunque irrealizzabili. Molti genitori e insegnanti cercano di offrire dei modelli validi di vita, ma i giovani li guardano senza fiducia di poterli realizzare.

Vicina a questa interpretazione, un’altra è data dalla filosofa Martha Nussbaum quando parla nel libro monarchia della pauradi un modus vivendi che si esplica nella frase “sono monarca e tutti si prendono cura di me”. Ovunque le problematiche sono diverse, cosi come le soluzioni.Forse il metodo migliore per aiutare un giovane è quello di ricordargli un vecchio aforisma che dice “chi va da solo va veloce, ma chi va in compagnia va lontano”. Alcuni aiutati da cause importanti come quella del” riscaldamento globale “oppure la protesta ad Hong Kong riscoprono vecchi valori e controllati da parte le loro individualità mentre altri, purtroppo, guardano, ancora, il mondo da una finestra o da un monitor.Malgrado vuoi i movimenti di ragazzi e ragazze che si confrontano con la società, comprendendo che possono cambiarla, sono in aumento. Pensiamo a proteste di carattere generale come l ‘ambiente mentre più specifici sono proteste in Russia (per i diritti), negli USA (contro le armi), in Europa (contro una politica inefficiente) ed infine in Asia (cari vita e diritti politici). In conclusione sembra che i ragazzi e le ragazze del XXI secolo hanno riscoperto che “uniti si vince”.