Chennai-Vladivostok:La via per l’integrazione dell’India nella Belt Road

Chennai-Vladivostok:La via per l’integrazione dell’India nella Belt Road

Recentemente dal 4-6 settembre 2019 a Vladivostok, vi è stato il Forum economico orientale. Tra le tematiche toccate nel forum, vi è è stata la situazione indiana. L’india attualmente si mantiene neutrale dalle contese di Cina e USA. L’india si trova al centro di forti pressioni da parte della Russia e della Cina al fine di integrarla nel piano della Belt Road.Nello stesso tempo, l’india tratta con gli Stati Uniti per le questioni militari. al migliore offerente. Lo spostamento dell’asse indiano verso l’oriente sarebbe il conseguimento di una triplice “intesa” in contrasto con l’egemonia occidentale.L’offerta di integrazione proviene dalla Russia.

Dal forum, le prospettive sono state rosee con il comune volontà di rivivificare il corridoio “Chennai-Vladivostok”. Inoltre, Il partenariato strategico prevede gli accordi, che si concentra sulla possibilità di ingresso dell’India su mega progetti federali russi come: il gasdotto della Siberia orientale-Oceano Pacifico, il gasdotto Potenza della Siberia o il Cosmodromo Vostochny.Dunque. Il corridoio è un pezzo del puzzle cinese. Dalla dichiarazione congiunta dell’India e della Russia si scopre che l’investimento sarà di 30 miliardi di dollari (2020-2025) che offre una maggiore cooperazione nel miglioramento delle rispettive agenzie spaziali, dei diamanti ed infine maggiore integrazione degli eserciti.

Fonti Articolo:
  • https://www.facebook.com/vladimir.costanzo

Related Articles