USA: strana malattia polmonare legata alle sigarette elettroniche

USA: strana malattia polmonare legata alle sigarette elettroniche

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (CDC) venerdì ha avvertito di un focolaio di pneumopatia correlata all’uso di sigarette elettroniche. Come dettagliato, i medici hanno finora confermato 31 casi e stanno studiando le cause dei disturbi polmonari di altri 94 pazienti in 14 stati del paese nordamericano. 
Le cause esatte di queste pneumopatie non sono ancora chiare, ha affermato Kathy Harben, portavoce del CDC, che ha affermato che la malattia potrebbe essere di natura infettiva o causata dall’inalazione di alcune sostanze contenute nel vapore. Da parte sua, il presidente dell’American Association of Electronic Cigarettes, Gregory Conley, ha difeso la sicurezza di tali dispositivi.
 
“Sembra molto più probabile – dichiara – che i prodotti che causano danni ai polmoni siano vaporizzatori fatti in casa fabbricati da non professionisti e che contengono THC (tetraidrocannabinolo, componente psicoattivo della marijuana) o droghe illegali, non nicotina”. I primi casi di questa pneumopatia sono stati registrati alla fine di giugno. Il 2 agosto, il Dipartimento dei servizi sanitari del Wisconsin ha collegato la malattia registrata in diverse contee di questo stato all’uso di sigarette elettroniche. A quella data, ci sono stati 11 casi confermati in adolescenti e giovani adulti, che “hanno sperimentato mancanza di respiro, affaticamento, dolore toracico, tosse e perdita di peso “. Alcuni pazienti avevano persino bisogno di ventilazione medica. Il dipartimento ha anche ammesso che “sebbene i pazienti siano migliorati con il trattamento, non si sa se ci saranno effetti sulla salute a lungo termine “.

Related Articles