Spazio: scoperti mille ‘pianeti oceano’ nella Via Lattea

Spazio: scoperti mille ‘pianeti oceano’ nella Via Lattea

La grande diffusione di questi corpi celesti aumenta le possibilità che esista vita extraterrestre nella nostra galassia.

Sono ben quattromila gli esopianeti scoperti dal Telescopio Spaziale Kepler, il ”cacciatore di pianeti”, giunto al termine della sua attività negli ultimi mesi del 2018. Di questi oggetti individuati, circa un migliaio potrebbero essere dei ”mondi d’acqua”, ovvero corpi celesti ricoperti dal prezioso liquido, in alcuni casi presente anche in sotto forma di ghiaccio, per le basse temperature. La significativa quantità di questa tipologia di pianeti, aumenta sensibilmente le possibilità di trovare vita extraterrestre.

Spazio: scoperti mille pianeti oceano nella Via Lattea

A rilevare l’abbondanza dei mondi d’acqua è stato un team di studiosi internazionali, guidato dagli esperti di Harvard. I dati si basano su una serie di simulazioni concentrate sugli oggetti con un raggio compreso tra il doppio ed il quadruplo della Terra. Incrociando il tutto con le informazioni della missione Gaia, gli esperti sono riusciti a ricostruire la composizione e le struttura interna dei pianeti analizzati. Dalle rilevazioni è emerso che gli oggetti con una massa compresa tra le 6 e le 15 volte quella terrestre hanno condizioni coerenti con la presenza di un nucleo di metallo o di roccia circondato da uno strato di ghiaccio o acqua. Questi ultimi potrebbero occupare circa un quarto della massa del corpo celeste. Tra gli oggetti individuati da Kepler, circa mille rientrano nei parametri indicati, con l’aggiunta che orbitano nella fascia abitabile, l’area che consente la presenza di acqua allo stato liquido; insomma condizioni ideali per lo sviluppo della vita.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *